Se pensiamo all’alimentazione dei primi uomini non ci immaginiamo certo patatine fritte, bevande zuccherate e frittura mista. Gli uomini primitivi, da cui noi discendiamo direttamente, avevano una dieta a base di carne, pesce, bacche e frutta trovate qua e là, poco altro. Non esistevano i carboidrati come li pensiamo adesso: la pasta, la pizza, il pane…

L’uomo primitivo era abituato ad un duro lavoro, con intenso consumo di energie, poco cibo e non sempre di qualità. La “macchina uomo” è stata programmata per sopravvivere a periodi di carestia e povertà. Durante tutto il percorso evolutivo dei mammiferi si sono selezionati meccanismi bio-comportamentali di risparmio energetico per la sopravvivenza in condizioni di penuria di risorse. Ciò significa che ogni minima quantità di energia in più di cui non necessitiamo per le normali funzioni dell’organismo, viene prontamente convertita in grassi. Non esiste alcun meccanismo per la perdita del grasso in eccesso, è solo diminuendo l’introito giornaliero di cibo e aumentando, con moderazione e a seconda dei bisogni individuali, l’attività fisica che si può perdere grasso, sempre accompagnato però da una modesta perdita di massa magra.

Ed ecco svelato il mistero del perché sia così difficile dimagrire!

Occorrono circa due settimane prima che il grasso venga utilizzato come energia, quindi nei primi giorni di dieta ipocalorica si assiste ad una perdita di peso dovuta soprattutto ad acqua e muscolo, la massa magra.

Una questione da non sottovalutare è che basta una piccola quantità di calorie in più ogni giorno per provocare un aumento ponderale notevole nel tempo. Per fare un esempio, mangiando un cioccolatino in più (circa 100kcal) si può ingrassare di circa 6-7 chili in alcuni anni. Consolante sapere che anche ingrassare è a volte un processo lungo, ma stiamo attenti a quei vizi a cui ci siamo abituati e a cui non riusciamo a dire di no.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi