Dal primo gennaio con la direttiva euroepea 1999/74/CE è vietato l’allevamento delle galline ovaiole in batteria.
Ma noi italiani siamo sempre i più bravi a trovare scappatoie e temporeggiare… in questo caso è stato lo stesso governo italiano a mettere in discussione questi obblighi entrati in vigore.
Le galline ad oggi dovrebbero essere tenute in “gabbie più ampie, con 750 cm² di superficie a disposizione, in modo da consentire alle galline di soddisfare i loro bisogni biologici e comportamentali”.

Cerchiamo di acquistare uova biologiche, da aziende agricole note o nei mercati degli allevatori stessi, che ci danno garanzia di qualità del prodotto e della vita di questi poveri animali che vivono e muoiono esclusivamente per noi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi