Dieta dissociata e dimagrimento

La dieta dissociata è correlata ad una maggiore probabilità di dimagrire?

Separare i carboidrati dalle proteine ha qualche fondamento scientifico allo scopo di perdere peso?

Per anni, e tutt’ora, ho sentito di persone che per dimagrire hanno seguito la dieta dissociata, con il risultato di essere (quasi) sempre tornati al peso iniziale, forse con qualche interesse. Il classico effetto yo-yo di chi segue diete non equilibrate dal punto di vista nutrizionale.

Innanzitutto, cosa prevede di mangiare la dieta dissociata?

La dieta consiste nell’evitare di abbinare il “primo piatto” alla “seconda portata”. Questo tipo di piano alimentare facilita sicuramente il percorso di chi lo segue, poiché non c’è necessità di prepararsi primo e secondo, o di chiedere razioni dimezzate in mensa o ristorante che sia.

Ma perché la dieta dissociata non funziona?

La maggior parte degli italiani (che viene in studio da me) segue questo tipo di regime, perché sbrigativo e più semplice da attuare, ma a lungo andare può portare a carenze nutritive soprattutto per quanto riguarda l’apporto proteico giornaliero.

Perché per anni si è optato per questo tipo di piano dimagrante?

Forse perché si pensava che introdurre sia carboidrati che proteine nello stesso pasto fosse nocivo, o potesse appesantire la digestione. Certo, un piatto di lasagne con a seguire grigliata di carne, appesantirebbe chiunque!

Ma la falsa credenza che associare carboidrati a proteine renda la digestione più difficile deve essere sfatata! Ogni nutriente ha il suo “percorso” digestivo, uno non influisce negativamente sulla digestione dell’altro!

Inoltre, anche la pasta contiene più di 10 grammi di proteine per 100 grammi di prodotto, per cui diventa difficile dissociare i due nutrienti tra di loro.

Nel lungo periodo questo regime può portare ad anemia per carenza di ferro, ma anche a sarcopenia, ovvero a mancanza di tono muscolare, poiché si ingeriscono meno proteine di quelle che sarebbero necessarie.

Come fare allora se non si ha modo di cucinare primo e secondo?

Preferite sempre un piatto unico, oppure un primo composto da un cereale integrale condito con un sugo a base di proteine (carne, pesce, uova, formaggi o legumi che siano).

Il concetto è sempre lo stesso, affidatevi ad un professionista che tenga alla vostra salute ed al vostro benessere per dimagrire, non fidatevi dell’amica che vi consiglia una dieta trovata on-line o in un cassetto del comodino.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *