Zenzero in gravidanza ed altri tabù

Posso consumare zenzero in gravidanza?

Soprattutto nei primi mesi di gestazione non è raro che la donna soffra di nausee. Sappiamo che lo zenzero ha innumerevoli proprietà benefiche. E’ un importante antiinfiammatorio, antibatterico, digestivo, ed in più ha proprietà antiemetiche, ma le opinioni rispetto al suo utilizzo durante la gravidanza sono discordanti.

Durante i nove mesi di gestazione è sempre bene avere un occhio di riguardo rispetto a quello che introduciamo nel nostro corpo. Zenzero in gravidanza, come altre spezie, quali anice stellato, curcuma, pepe, prezzemolo, devono essere tenuti sotto controllo.

Per le sue proprietà contro nausea e vomito, lo zenzero viene spesso consigliato, in tisana, eventualmente accompagnato da miele e limone, come rimedio per tutti. Le sue proprietà sono comparabili a quelle di alcuni farmaci anti-emetici!

Allora cosa cambia nelle modalità di utilizzo dello zenzero in gravidanza?

Poco, solo la frequenza e la quantità di zenzero consentita per evitare possibili effetti collaterali. La quantità di zenzero che può essere utilizzata è di 1-2 grammi di radice fresca al giorno, quantità sufficiente per prepararsi una tisana appetitosa.

Queste indicazioni sono state riportate anche nelle linee guida del National Institute of Health and Care Excellence (NICE), il Sistema Sanitario inglese.

Perché allora c’è chi ancora ne scoraggia l’utilizzo, consigliando, piuttosto, il terribile “Biochetasi”?

Le controindicazioni all’utilizzo dello zenzero in gravidanza purtroppo esistono. Sicuramente utilizzare prodotti e integratori che ne contengono una quantità troppo elevata è da evitare nei nove mesi di gestazione. Il rizoma, che è il principio attivo dello zenzero, ha possibili attività mutageniche, che nei primi mesi di gravidanza, potrebbero influire negativamente sulla corretta formazione degli organi e dei tessuti del feto.

Ovviamente, per quanto riguarda l’utilizzo dello zenzero in gravidanza, è sempre bene rivolgersi al proprio ginecologo prima di decidere di iniziare qualsiasi tipo di trattamento, naturale o farmacologico che sia.

Dal mio punto di vista, una tisana al mattino, con zenzero, limone e miele, può anche dare qualche energia in più ed aiutarci a superare più facilmente il primo difficile periodo di gestazione. A voi la scelta 😉

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *