UOVA E COLESTEROLO: sfatiamo questo falso mito!

Smettiamola di mettere al bando il consumo di uova. Questo prezioso alimento, oltre ad essere ricco di vitamine, minerali ed amminoacidi essenziali, non concorre ad aumentare il colesterolo nel sangue, tutt’altro!

Grazie alla presenza delle lecitine, che sono molecole che servono proprio per il corretto assorbimento del colesterolo, il contenuto di questo alcol (perchè ricordiamoci che non è un grasso!) nell’uovo non va ad influire sulla sua concentrazione in circolo.
Come è noto, il nostro organismo è in grado di produrre colesterolo a livello endogeno, oltre ad assumerlo con la dieta. Soggetti che soffrono di colesterolo alto per familiarità o per abitudini alimentari scorrette, o soggetti con rischio cardiovascolare aumentato, possono comunque consumare uova settimanalmente, senza che queste vadano a peggiorare i livelli di colesterolo nel sangue.
Tra i principi nutritivi contenuti nell’uovo, è doveroso citare:
– l’apporto di tutti gli amminoacidi essenziali, e quindi di proteine “ad alto valore biologico”
– la presenza di vitamina A, luteina e zeaxantina che migliorano la salute degli occhi
– la presenza di vitamine del gruppo B, compresa la B12
– la vitamina D in forma facilmente assimilabile dal nostro organismo
– la colina, per il buon funzionamento del fegato, delle vie biliari e della cistifellea
– l’alto apporto di Fosforo, Calcio e Ferro che concorrono alla buona salute delle ossa e alla prevenzione dell’anemia

Da tutte queste proprietà si evince l’importanza delle uova nella dieta di tutti noi, e soprattutto nella dieta del vegetariano, spesso carente di vitamina B12.

2 Responses to UOVA E COLESTEROLO: sfatiamo questo falso mito!
  1. laura Reply

    Ciao Claudia,

    a me piacciono molto le uova e le mangio davvero in tutte le salse, un paio di volte alla settimana mi faccio spesso un omelette con due o tre uova. Oltre ad essere un’ottima colazione, mi riempiono fino all’ora di pranzo. Ora, ho letto in piu’ di un posto che e’ mehlio mangiare l’albume del tuorlo in quando l’albume contiene il cosiddetto “colesterolo cattivo” e l’albume quello buono. Io mangio entrambi, l’albume sa di poco:) Qual’e’ la tua opinione professionale a riguardo?

    Grazie per avere letto il mio commento, aspetto una tua risposta.

    Laura.

    • Dott.ssa Claudia Reply

      Ciao Laura,
      grazie per il tuo commento, è un ottimo spunto per fare qualche precisazione su quanto scritto.
      Il colesterolo contenuto nel tuorlo “viaggia” nel sangue legato a queste lecitine, che gli impediscono di fermarsi nelle arterie aumentando la concentrazione del colesterolo “cattivo”. L’albume invece è totalmente privo di colesterolo.
      In soggetti clinicamente sani, quindi, il colesterolo contenuto nel tuorlo non aumenta la quantità di colesterolo cattivo. Tutti possono mangiare almeno 2-3 uova a settimana, e chi soffre di colesterolo alto dovrebbe piuttosto evitare carni grasse, insaccati e formaggi, poiché ricchi di colesterolo che può aumentare la concentrazione di quello cattivo.
      Continua pure a mangiare sia albume che tuorlo, poiché il tuorlo contiene tutte le vitamine e i minerali citati nell’articolo, che non sono invece contenuti nell’albume (molto ricco di proteine ed amminoacidi essenziali).
      L’uovo è un’unica grande cellula e, come tale, contiene nel suo nucleo (il tuorlo) molti importanti nutrienti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *