Il caffé fa bene o male?

Le opinioni a riguardo dei possibili benefici o danni che il caffè possa avere sul nostro organismo sono molteplici e le più disparate.
Una delle ultime pubblicazioni uscite sostiene che chi beve caffè vive più a lungo. Lo studio è stato pubblicato su The New England Journal of Medicine: sono stati analizzati i dati sul consumo di caffè di 400 mila persone, uomini e donne, di età compresa tra i 50 ed i 71 anni.
In realtà è sempre difficile determinare se il caffè fa bene o fa male perché spesso chi beve molto caffè è fumatore, e inoltre perché questa bevanda alza la pressione sanguigna per effetto della caffeina, ma nello stesso tempo, grazie alle sue importanti proprietà antiossidanti, porta numerosi benefici anche per la salute cardiovascolare. Da questo studio è emerso che chi beve più caffè è meno a rischio di incorrere in diabete, patologie cardiovascolari e respiratorie, nonché migliora le prestazioni sportive e lavorative, grazie alla proprietà energizzante.
Il rischio di mortalità diminuisce del 10 per cento per gli uomini e del 15 per cento per le donne che bevono più di due e meno di sei tazze di caffè al giorno. Questi risultati però si basano su pure osservazioni, è sempre bene prendere con le pinze i dati. Come per tutte le cose, spesso conta di più la giusta misura e la moderazione. Non esagerate con il caffè se dopo averlo assunto vi sentite agitati e avete palpitazioni, ma non rinunciate ad un caffè in più solo per paura che vi possa far male!