Frittata “leggera”

Sembra un ossimoro, ma è possibile!

Come rendere una frittata leggera? Semplice, gli ingredienti per due persone sono:
– 2 uova intere
– 2 o più albumi
– 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva (giusto per sporcare la padella
– una spolverata di parmigiano (circa 20 grammi)
– mezza cipolla
– sale e pepe
– verdure a scelta (a me piace molto con zucchine, spinaci o broccoli)

Far rosolare la verdura con la cipolla e il cucchiaio d’olio per 10-15 minuti, a seconda del tempo di cottura delle verdure che state utilizzando. Se l’olio è troppo poco basta aggiungere un po’ d’acqua o un po’ di vino bianco per insaporire il piatto.
Nel frattempo, sbattere le uova con gli altri ingredienti e quando le verdure sono quasi arrivate a cottura, aggiungere il tutto nella padella e cuocere insieme. La cosa importante è usare una padella antiaderente per evitare che la frittata si attacchi e si bruci.
Come fare per non buttare i tuorli non utilizzati? Si sa che il tuorlo d’uovo è ricco di grassi e colesterolo, quindi non è consigliabile esagerare, ma c’è una soluzione! Io che non sopporto gli sprechi, ho trovato nei grandi supermercati (Esselunga, Ipercoop, Conad), delle bottiglie di albume d’uovo, nel reparto del latte e delle bevande di soia. L’albume d’uovo infatti è considerato la fonte più “nobile” di proteine. (Effettivamente se ci pensiamo deve far crescere un pulcino intero!)
Quindi, basta con gli sprechi e via con le frittate leggere che sono facili, veloci e gustose!
Le calorie che una frittata apporta per porzione sono: 315 KCal, provenienti nella quasi totalità da proteine e grassi, e circa 200 mg di colesterolo.
Per completare questo piatto consiglio di aggiungere del pane, sempre meglio se integrale, 40-60 grammi. La verdura non viene conteggiata nelle calorie, quindi abbondate e se vi piace, aggiungete una bella insalatona come contorno!
E per quanto riguarda lo spauracchio del colesterolo? Tranquilli, un organismo sano è in grado di espellere il colesterolo in eccesso, quindi le uova non fanno poi così male, basta seguire un’alimentazione variata e bilanciata ogni giorno.